Sony - Sony KD-49XG9005

Sony

Sony KD-49XG9005: la migliore TV sotto i 50 pollici sul mercato

Aprox. 899€

Vedi le specifiche

La Sony KD-49XG9005 è una TV tascabile sotto i 50 pollici per mostrare una qualità dell'immagine che può competere con i modelli più grandi (55 e 65 pollici) che dominano il mercato. Mantiene tutte le sue promesse?

Punti positivi

La migliore TV da 49 pollici sul mercato.

Qualità delle immagini.

Finiture.

Potente processore Sony X1 Extreme (ridimensionamento e compensazione del movimento).

Possibilità offerte da Android TV (diventano più stabili).

Punti negativi

Picco di luminosità inferiore rispetto ad altri televisori LCD di fascia alta.

Angoli di visione.

Fioritura a volte fastidioso.

La nostra recensione

Presentazione

La Sony KD-49XG9005 ha un pannello da 10 bit (8 bit + FRC) da 100/120 Hz di soli 49 pollici (124 cm) con una definizione Ultra HD di 3 840 x 2 160 px e il processore Sony X1 Extreme, già presenta sulla Sony XF9005 dell'anno scorso. Questo processore è già provato in diverse aree, tra cui la riduzione del rumore digitale, il ridimensionamento del telaio e il livellamento delle sfumature di colore. Il sistema di retroilluminazione Full Led rimane identico a quello che potrebbe trovare sulla Sony KD-65XE9005 del 2017. Sony non ha ottenuto il numero di zona, che è abbastanza piccolo per un modello Full Led, ma la funzionalità MotionFlow Clarity è ancora rilevante. Questo sistema ha compensato la perdita della trasparenza causata dall'inserimento di immagini nere aumentando la trasparenza delle aree in movimento. L'inserto di immagini nere fornisce di ingannare la persistenza retinica e quindi migliora la nitidezza degli oggetti in movimento. Per il resto, la TV Sony KD-49XG9005 ha un sistema audio da 20 W, un sintonizzatore DVB-T / T2 (DVB-T), DVB-S / S2 (satellite) e DVB-C (cavo) e una connettività abbastanza completa. Android TV è sempre in movimento con il suo batch di applicazioni (Netflix 4K, YouTube, VLC, ecc.) Così come la pratica funzionalità di Google Cast. In effetti, è identico alla Sony KD-49XF9005 dell'anno scorso, ad eccezione del design dei piedi. La Sony 49XG9005 è unica TV Sony con riferimento XG90 nel 2019; le altre diagonali sono timbrate XG9505 e hanno il processore X1 Ultimate a bordo (vedi test Sony KD-75XG9505).

Articolo consigliato: KD-75XG9505: la nuova TV LCD di fascia alta di Sony

La TV Sony KD-49XG9005 viene venduta per circa € 1.200, il prezzo della rarità e dell'esclusività di una TV di fascia alta con uno schermo inferiore a 50 pollici. In confronto, un TV Oled come l'eccellente Panasonic TX-55FZ800 viene fornito a meno di € 1.300 alla fine della sua vita. Qualcosa a cui pensare ...


Qualità delle immagini

Questo televisore ha un pannello VA che offre un ottimo contrasto nativo uno scapito degli angoli di visione. Abbiamo misurato una perdita di luminosità del solo il 51% a 45 °, ma le variazioni sono ancora molto visibili non appena usurate dall'asse del televisore. Il sistema di retroilluminazione Full Led, d'Altra parte, offre un ottimo contrasto, ma il piccolo numero di zona (poco meno di 30) provoca una fioritura.

Abbiamo misurato un rapporto contrasto nativo di 4.180: 1, che può superare 10.000: 1 con il sistema di retroilluminazione dinamica. Sony padroneggia perfettamente il suo sistema di oscuramento locale poiché l'uso di un sistema di retroilluminazione dinamica non provoca una variazione della curva gamma o una variazione del bianco a seconda del contenuto. Questo rapporto di contrasto è molto buono per una TV LCD e consente di godere di un buon livello di nero sull'asse. Altra parte, il piccolo numero di zona porta a effetto di fioritura (solo bianco attorno a oggetti luminosi su uno sfondo nero) che può essere fastidioso.

Questa TV Sony non è all'altezza della reputazione del produttore ed è semplicemente perfettamente calibrata. Tuttavia, è necessario scegliere la modalità di visualizzazione Esperto per usufruire della migliore qualità dell'immagine, che per noi non è molto logica, specialmente per i neofiti. Il delta medio E misurato a 2,2 è inferiore al valore di 3 al di sotto del quale l'occchio non può più distinguere derivare colorimetriche. Solo il rosso ha un delta E leggermente maggiore di 3.

Con una media misurata a 2,36, la gamma è molto vicina al valore di riferimento di 2,4 e, soprattutto, la curva è stabile su tutto lo spettro. È un leggero distacco sui grigi molto chiari. Per ottenere questa curva, la gamma deve essere impostata manualmente su -2.

La curva della temperatura è perfettamente stabile su tutto lo spettro e la media misurata a 6.840 K è vicina al riferimento a 6.500 K. Questa temperatura si ottiene con l'impostazione "Esperto 2". Un rendering molto più freddo.

Il processore X1 Extreme di Sony non è più il più veloce di Sony poiché è stato sostituito dall'X1 Ultimate sui televisori di fascia più alta del produttore giapponese. Tuttavia, questo processore rimane molto efficiente. Gestisce perfettamente il ridimensionamento dei contenuti SD, HD e Full HD sul pannello Ultra HD, il sovracampionamento del colore e la compensazione del movimento. Il motore di ridimensionamento Reality Creation è sempre il migliore sul campo e garantisce l'upscaling di qualità senza distorcere il carattere originale. Le varie impostazioni devono anche migliorare i contorni (nitidezza), ridurre il rumore, rimasterizzare i colori o addirittura rafforzare il telaio (risoluzione).

Il sistema di compensazione del movimento MotiowFlow di Sony funziona perfettamente su questo televisore. Sony controlla questo aspetto molto meglio sui suoi televisori LCD sui suoi modelli Oled, che sono un gradino sotto la concorrenza (Panasonic e Philips). Con questo pannello da 100/120 Hz, il sistema di inserimento delle immagini in nero (BFI) per ingannare la persistenza retinica è molto efficiente e integrato la nitidezza senza aumentare artificialmente la fluidità.


HDR

La Sony Bravia XG9005 è compatibile con HDR10, HLG e Dolby Vision. Tuttavia, ignorato l'HDR10 + promosso da Samsung e Panasonic. Precisione di piccole dimensioni, la porta HDMI per i televisori è configurata di default in 8 bit. Per sbloccarli, vai su Impostazioni> Visione TV> Ingressi esterni> Formato segnale HDMI> Formato migliorato.

Con un enorme HDR massimo a 10.000 cd / m², Display Tone Mapping usato da Sony segue perfettamente la curva EOTF di riferimento (in giallo) e si tratta di un po 'troppo, il pu può verificarsi un fenomeno di clipping del 70% di luminanza. La festa dell'immagine che rappresentava una trasparenza superiore a 700 cd / m² non è necessariamente distinta tra loro.

Piccola delusione sul lato del picco di massima luminosità. Mentre ci aspettiamo un picco superiore a 1000 cd / m², abbiamo misurato un valore massimo di soli 728 cd / m². Come il 75XG9505, questo televisore Sony tende ad aumentare la luminosità ancora di più dell'80% circa della luminanza, un fenomeno difficile da giustificare. Questo televisore è quindi collocato a livello di televisori Oled che coprono anche circa 750 cd / m². È molto più indietro rispetto ad altri televisori LCD di fascia alta che possono raggiungere o addirittura superare i 2.000 cd / m² (Sony 65ZF9 o Samsung 75Q900R). Questa TV è chiaramente limitata dal suo numero di zona. Abbiamo contato circa trenta, contro i 60 per la Sony 75XG9505 e 480 per i modelli Samsung Qled di fascia alta (Samsung QE65Q9F 2018 e Q900R).

Fortunatamente, questo televisore è perfettamente calibrato in HDR. Con un Delta E medio misurato a soli 2,3 in modalità HDR, i colori devono essere considerati fedeli a quelli inviati dalla sorgente.

La copertura dello spazio colore Rec.2020 è limitata al 62%, un valore abbastanza basso, ma comune alla maggior parte dei televisori sul mercato che sono ancora molto lontani dal coprire questo spazio esteso.

Lo spazio colore DCI-P3 usato dall'industria cinematografica è coperto per l'85%. È un gradino sotto i migliori televisori Oled e LCD che raggiungono dal 90 al 95% di questo spazio, ma è comunque soddisfacente per la visualizzazione di contenuti Ultra HD.


Videogiochi

Prova che il televisore Sony 49XG9005 è un televisore di fascia alta, mostra un tempo di soli 10,5 ms; LCD di qualità da 100 Hz. Tuttavia, Sony non ha fatto alcuno sforzo per ridurre il ritardo nella visualizzazione. Come sui modelli XF9005 dell'anno scorso, rimane intorno ai 40 ms mentre l'XG9505 di quest'anno è riuscito a scendere a 21 ms, un valore più in linea con il mercato televisivo della fascia alta. La Sony KD-49XG9005 visualizza quindi poco più di 2 immagini di ritardo rispetto alla sorgente (a 60 Hz). Come promemoria, è un ritardo di 50 ms sul display che iniziamo a percepire una certa pesantezza nei comandi, ma il passaggio da 40 a 20 ms può essere interessante per la competizione.

La modalità di gioco proposta da Sony consente di ridurre il ritardo nella visualizzazione di una qualità dell'immagine molto vicino alla modalità Esperto con un Delta E medio misurato a 2,3, una gamma media a 2,22 e una temperatura a 6,820 K. Questo punto è impeccabile per il produttore giapponese.


Annebbiamento

Il sistema di retroilluminazione Edge-Led punta all'orizzonte, ma un sistema di retroilluminazione Full Led con - secondo il nostro contaggio - meno di 30 zone (24 per esattezza: 6 x 4). L'uso di un sistema di retroilluminazione Full Led limita i rischi di opacità, ma questo difetto può ancora funzionare il filtro di distribuzione della luce viene danneggiato durante il trasporto. Inoltre, non abbiamo riscontrato problemi di banding. Abbiamo misurato la differenza di omogeneità della attenzione al 12% sull'intera lastra; un valore medio per un modello da 49 pollici.


Ergonomia

Nessuna vera sorpresa dal lato del design, che rimane allo stesso tempo sobrio ed elegante. Questa TV da 49 pollici è piuttosto piccola sul nostro supporto TV di riferimento, largo 160 cm.

I bordi dello schermo sono piuttosto sottili, appositamente per un modello da 49 pollici. Le finiture sono impeccabili, come sempre nel modello di fascia alta del produttore giapponese.

Il sistema di retroilluminazione Full Led occupa molto spazio e la TV non è molto sottile. Mostra quindi uno spessore di 7 cm su quasi alloggiamento. Le dimensioni supporto sono collegate TV è andato in profondità nel supporto, che è 27,7 cm; è molto per una TV "solo" da 49 pollici. Alcuni modelli Oled, come l'LG 55B8, poggiano su un piede di 23 cm.

I piedi discreti del televisore Sony liberano spazio sul supporto TV. Sono distanziati di 101 cm e quindi un mobile abbastanza grande da essere in grado di mettere questo 49XG9005 su di esso.

La parte posteriore della TV è abbastanza ordinata, anche manca di copertine per nascondere le connessioni. Fortunatamente, i piedi incorporano un passaggio del cavo abbastanza semplice, ma efficace.

La connessione è identica a quella trovata su XE9005. Dispone di quattro ingressi HDMI 2.0a compatibili HDR e HDCP 2.2, un componente video composito / ingresso, una porta Ethernet, un'uscita audio digitale ottica, un'uscita cuffie, tre porte USB tra cui una USB 3.0, TNT a doppio sintonizzatore (DVB-T / T2), satellite (DVB-S / S2) e cavo (DVB-C). La TV reed Bluetooth e Wi-Fi con compatibilità Wi-Fi Direct, Miracast e Google Cast. Quest'ultimo ti offre un dongle meno di Google Chromecast 2.

A differenza dei televisori Sony XG9505 del 2019 con Android 8.0, questo Sony 49XG9005 è contenuto con la versione 7.0 di Android TV. La funzionalità del sistema rimane la stessa, ma avremmo comunque preferita l'ultima versione del sistema su questa TV del 2019. Android TV è uno dei sistemi di bordo più completi sul mercato, e soprattutto quello che il sistema di applicazioni. Inoltre, il Chromecast integrato ti consente di ricevere un flusso video inviato da uno smartphone, tablet o computer. Tuttavia, l'esperienza generale manca di fluidità e riteniamo che la Sony abbia mantenuto la configurazione del modello dell'anno scorso.

Come con tutte TV Android, il primo avvio è molto lungo. Ci vogliono 43 secondi. Ancora una volta, questo è in linea con i valori dei televisori dell'anno scorso, mentre i nuovi modelli come la Sony 65AG9 annunciato in meno di 40 secondi. Avvio richiede molto di più rispetto ai sistemi Samsung Tizen o LG WebOS, che si trova in meno di 5 secondi. Fortunatamente, TV esce dalla modalità standby in meno di 4 secondi, consumando meno di un watt in standby dopo pochi minuti quando consuma 20 watt. Il sonno è istantaneo.

La Sony KD-49XG9005 non è fornita con il nuovo telecomando con finitura in alluminio per i televisori di fascia alta del produttore, ma con un telecomando molto più convenzionale. È dotato di un microfono, quasi indispensabile per svolgere ricerche. Molto leggero, facile da tenere in mano, dà accesso a tutte le funzioni della TV e beneficia persino dei gustosi multimediali. Dall'altra parte, non è raro premere il tasto "Menu Azione" al posto della freccia "su", che a volte è fastidiosa. Nota per mancanza di retroilluminazione, è un peccato per una TV venduta a questo prezzo.


Audio

La Sony 49XG9005 ha un sistema audio abbastanza semplice fornito da due altoparlanti da 10 W che offre un suono abbastanza chiaro. Offrono un'ottima risposta in frequenza tra 100 e 20.000 Hz. Questo televisore offre principalmente l'assenza di bassi e medi bassi. In ogni caso, per ottenere il massimo dai film, è meglio optare per una barra audio o anche altoparlanti per PC.

Articolo consigliato: quali sono le migliori soundbar?


Consumo

Abbiamo misurato il consumo di questo televisore a 68 W, ovvero un consumo relativo di 103 W / m², che supera il consumo medio dei testimoni televisivi (circa 100 W / m²). In confronto, la Sony 65XF9005 ha avuto un consumo relativo di soli 71 W / m². Questa differenza è spiegata dalla maggiore densità di pixel sul televisore da 49 pollici e dalla difficoltà che la luce deve attraversare i cristalli liquidi. Questo spiega anche il picco di attenzione inferiore. Il consumo in standby è ancora inferiore a 1 W dopo diversi minuti a 20 W, il tempo in cui Android passa in standby deepo.


Conclusione

Ad oggi, la Sony KD-49XG9005 è semplicemente la migliore TV sotto i 50 pollici sul mercato. Questo modello visualizza l'immagine perfettamente calibrata, sia in SDR che in HDR, e beneficia di un picco di attenzione molto interessante per un modello LCD. Ecco un poiche il Sony non abbia costretto il suo talento ed è contenta di offrire la stessa TV dell'anno scorso. In assenza di concorrenza in questo segmento, resta il punto di riferimento nella categoria di televisori a meno di 50 pollici.


Specifiche